Marmellata di scorza bianca di cocomero




Mi sono sempre chiesto se le ripetute raccomandazioni di mia nonna di non mangiare il bianco dell'anguria fossero davvero fondate. Oggi, la risposta sta tutta in un vasetto di marmellata.


Seduto a gustarmi una fetta di pane toscano con marmellata di scorza di anguria sento da lontano la sua voce, riconosco il suo tono soave inciso nella mia memoria: "Mirco, ma che fai? la scorza di cocomero non si mangia, fa male!"...nonna tranquilla, è vero che è un pò più difficile da digerire, ma non fa male, tanto che sembra che per noi maschietti grazie alla citrullina, sostanza che tra l'altro non si trova nella gustosa polpa rossa, è un ottimo "viagra naturale".

Chiudo gli occhi, continuo a mangiare la mia buonissima marmellata, e sono invaso dai ricordi d'infanzia, di dolcissime fette d'anguria gustate in riva al mare o direttamente dai cocomerai produttori che vendevano i frutti nei chioschi lungo le strade, ai confini dei loro campi. Altri tempi allora erano vacanze scolastiche passate con i nonni, i cocomeri venivano venduti con il tassello, e la marmellata non si faceva con la scorza bianca d'anguria.



Questa la ricetta:

ingredienti
per 1 kg di scorza di anguria (parte bianca) pulita
1/2 kg di zucchero
1 bacca di vaniglia
il succo 1/2 limone

Pulite le scorze di anguria eliminando la parte verde, e tagliate a pezzetti la restante parte bianca che andrà unita allo zucchero, il succo di limone e i semi della bacca di vaniglia. Mettete tutto sul fuoco (medio) per un 1 ora. Spegnete, fate raffreddare, quindi frullare il tutto con un minipimer e rimettere sul fuoco per altri 20 minuti. A questo punto la marmellata è pronta.

Non resta che, con le solite dovute cautele (barattoli sterilizzati, invasare a caldo, chiudere immediatamente e capovolgere) invasare questa marmellata, perfetta da mangiare sul pane o da gustare con formaggi stagionati.









4 commenti:

  1. Anonimo4.8.15

    Questa poi non la conoscevo. Mai sentita. E' una piacevole scoperta. La voglio provare.
    Grazie.
    Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa, anche per me è stata una piacevole scoperta...qua nella dispensa ancora nessun vasetto, la marmellata è già finita! Fammi sapere!

      Elimina
  2. Anonimo4.9.15

    L'ho provata e credimi non sono riuscita a fare il bis che già era sparita, costretta a regalare vasetti a piene mani.
    Buonissima.
    Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luisa mi fa davvero piacere sapere del successo di questa marmellata, anche qua si fa fatica a conservarne qualche vasetto in dispensa!

      Elimina