featured Slider

Brutta ma buona. Storie di recupero e di rivincita di frutta e verdura bitorzoluta e deforme.




Frutta e verdura esteticamente brutta alla riscossa. Patate bitorzolute, carote storte e mele deformi spesso (purtroppo) scartate solo perchè il loro aspetto non soddisfa gli standard estetici di vendita, da oggi si vede finalmente riabilitata a prodotto perfetto per la commercializzazione. 

foto tratte dal profilo Instagram di Imperfect Produce 

Così se in Francia e in Inghilterra in alcune catene di supermercati dedicano a questi frutti non belli ma decisamente simpatici e spesso buffi veri e propri corner, packaging esclusivi e campagne pubblicitarie che ne esaltano la loro bellezza e la qualità nutrizionale, in California a San Francisco è nata Imperfect produce una start up che recupera direttamente dai piccoli produttori locali cassette di mele, pomodori e altra frutta e verdura bitorzoluta scartata perchè esteticamente imperfetta per poi rivenderla a prezzi scontati ai loro clienti "abbonati". Un modo semplice ma efficace per ridurre lo spreco alimentare e riconvertirlo in una opportunità di risparmio.



foto credits Culinary Misfits

Iniziativa simile anche a Lisbona dove la Cooperativa Fruta Feia acquista dai coltivatori della zona ortaggi e frutti scartati perchè ammaccati, macchiati, troppo grandi o troppo piccoli, per poi rivenderli a metà prezzo ai suoi soci in spazi pubblici offerti da associazioni che sostengono il progetto. 

In Germania invece due ex designer Lea Emma Brumasck e Tanja Krakowski utilizzano frutta e verdura brutta ma buona, scartata dai supermercati e dall'industria alimentare, per la preparazione d'invitanti e genuine pietanze da servire nel loro caffè-officina culinaria o durante una delle tante feste di matrimonio organizzate dalla loro società di catering Culinary Misfits, che utilizza esclusivamente "scarti" dell'industria alimentare. 

Ancora in Germania, a Berlino, nel cortile di un condominio del quartiere di Kreuzberg sono stati collocati dei frigoriferi condivisi dove è possibile prelevare gratuitamente non solo frutta e verdura esteticamente brutta ma anche cibo scaduto o vicino alla scadenza raccolto da volontari che si occupano di raccogliere eccedenze da negozi, aziende, ristoranti, mercati ortofrutticoli e da gente comune del quartiere.



primavera-estate 2016_silver mania


Non stupitevi se in questi mesi vi capiterà d'incontrare banane in tuta effetto domopak, ananas in abito lunare e mele in giacca spaziale, perchè per questa primavera-estate il metallo più prezioso da indossare è l'argento

Pantoufle de Vert: collezione botanica da calzare





 



Qual è la scarpetta perfetta per una moderna cenerentola in tempi di orto mania? Non ho nessun dubbio quella con il tacco di carota il plateau di petali di rosa e la tomaia di fetta di limone. 

A creare e fotografare questa collezione effimera di scarpe "vegetali" Pantoufle de Vert è l'artista poliedrica francese Julie Lavie



Sandali, décolleté e sabot di petali e foglie e frutti, adornati di peperoncini e cetrioli, ranuncoli e tulipani, allacciati con foglie di porro e fagiolini stringa sono stati immortalati prima che si deteriorassero da Julie Lavie in una serie di fotografie pensate come metafora della moda di oggi: effimera e mutevole.


Ogni scarpa di questa collezione botanica da calzare, che si modifica per forma, colore e texture al cambiare della stagionalità dei fiori, frutta e verdura con cui sono state realizzate, è un pezzo unico che difficilmente lascerà indifferenti le cenerentole di oggi e i feticisti orticoli.


una lampada da innaffiare





Non sorprendetevi se sentite dire da qualcuno che deve innaffiare la lampada perché si potrebbe trattare di Ambienta, una lampada da tavolo multifunzionale dotata alla sua base di un impianto per la coltivazione idroponica, progettata dal design  francese Daniel Pouzet .

Più orto che giardino





Come scrivano Simonetta Chiarugi e Camilla Zanarotti "Più orto che giardino" è un libro per tutti gli appassionati di verde ma non solo, perchè non bisogna essere esperti di piante per creare un orto basta essere semplicemente curiosi, dotati di un pò di manualità e seguire buoni consigli e istruzioni precisi.
Come quelle contenute in questo libro dove viene spiegato dettagliatamente come coltivare un orto bello, utile ed ecologico in sintonia con la natura, dove fiori, insetti e altri animali utili collaborano a far crescere sane le piante e contribuiscono a creare un'oasi di bellezza e serenità.